DISPEPSIA E FITOTERAPIA : DUE CASI CLINICI della dr.ssa Nervi Isabella


CASO CLINICO 1
Maschio adulto di 36 anni, corporatura snella ma muscolosa, altezza 173, peso 67 kg , BMI 22. si presenta con sintomi e segni di tipo digestivo. inizialmente riferisce inappetenza, sonnolenza postprandiale, dispepsia, episodi di insonnia e di cefalea. riferisce, soprattutto, spiccato meteorismo “pancia gonfia” indipendentemente dal tipo di cibo assunto ma, apparentemente, più spiccata con paste lievitate e carboidrati.

continue reading

DISTURBI DIGESTIVI IN COLECISTECTOMIZZATO : CASO CLINICO del dr. Damiata Giovanni


Il signor D.D. è un uomo in buono stato di salute, cinquanta anni, atleta pratica sci di fondo, running e ciclismo, separato con due figlie, manager d’importante azienda francese, sempre in viaggio in Italia, saltuariamente all’estero. L’anamnesi familiare mostra un padre morto per k pancreas, non altri elementi significativi. L’anamnesi patologica remota è muta.

continue reading

TIROIDITE DI HASHIMOTO : CASO CLINICO della dr.ssa Marossi Chiara


La tiroidite di Hashimoto è una malattia autoimmune in cui specifici anticorpi si legano alla tiroide e impediscono la produzione di sufficienti livelli di ormone tiroideo. Oltre a legarsi al tessuto tiroideo, gli anticorpi possono colpire altri organi o tessuti. Infatti la correlazione dell’Hashimoto con altre patologie autoimmuni non è rara.

continue reading

BIANCOSPINO PIANTA DEL CUORE : monogragrafia della dr.ssa Albini Elisa


NOME SCIENTIFICO: Crataegus spp include circa 150-200 specie, a seconda della tassonomia utilizzata. Le più studiate in campo fitoterapico sono Crataegus monogyna e laevigata (o oxicanta) in Europa, azarolus e pentagyna nelle regioni euroasiatiche, pinnatifida nelle regioni asiatiche.

continue reading

CAMELLIA TONICA E DIMAGRANTE : monografia della dr.ssa Patrizia Furba


Nome botanico
Camellia sinensis Kuntze ( Theaceae)
Parti usate Foglie
Componenti principali
Basi puriniche: Caffeina, teofillina, teobromina, aminofillina.
Composti polifenolici: catechine, flavonoli e loro glicosidi, acidi fenolici, tannini idrolizzabili.

continue reading

CAMOMILLA ANTINFIAMMATORIA E SPASMOLITICA : monografia della dr.ssa Locatelli Margherita


Detta anche Matricaria Chamomilla, è chiamata anche semplicemente Matricaria, Camomilla comune o tedesca. La parola camomilla, usata nel gergo comune, deriva dalla parola greca khamaimelon, che significa “piccola mela” , così come la traduzione spagnola di camomilla, manzanilla (piccola mela) in quanto il profumo del fiore ricorda quello di questo frutto.

continue reading

GRIFFONIA ANTIFAME E ANTIANSIA : monografia di Pagani Annamaria


La Griffonia è una pianta tropicale della tradizione africana, “scoperta” solo in anni recenti dalla fitoterapia occidentale. E’ conosciuta anche con i sinonimi botanici di Bandeiraea simplicifolia e Simplicifolia schotia o, più semplicemente come fagiolo africano.

continue reading

RODIOLA UNA PIANTA DI ELITE : monografia della dr.ssa Canossa Roberta


LA PIANTA
La Rhodiola rosea (R. rosea) è una pianta della famiglia delle Crassulaceae, cresce spontaneamente soprattutto nelle fredde zone del nord Europa (Lapponia e Scandinavia) e del nord Asia (Siberia Orientale ed Occidentale) ad altitudini di 3000 / 5000 mt. sul livello del mare, ma si può trovare anche sulle Alpi e sui Pirenei ed in estremo Oriente [5].

continue reading

SCHISANDRA BUON ADATTOGENO ED IMMUNOSTIMOLANTE : monografia del dr. Favalli Roberto


Presso tutte le culture e nelle medicine tradizionali si trovano delle piante adattogene, cioè delle specie vegetali in grado di aumentare la resistenza dell’organismo a stress endogeni ed esogeni, migliorando la performance fisica e mentale, in risposta a stimoli di natura fisica, chimica e biologica.

continue reading

TARASSACO USI MEDICINALI E ALIMENTARI: monografia della dr.ssa Mariotti Isabella


Il Taraxacum officinale è una pianta erbacea perenne di tipo spermatofita dicotiledone appartenente all’ordine delle Asterales e alla famiglia delle Astaraceae (ex Composite) dall’aspetto di piccole erbacee dal tipico capolino radiato giallo. Comunissima e universalmente nota, copiosamente presente in tutti i periodi dell’anno nei luoghi prativi soleggiati di quasi tutta Italia, assai comune nei luoghi erbosi e fra i selciati, è alta da 5 a 50 cm.

continue reading
1 2